post-title Come riconoscere uno stronzo e non farlo entrare nella tua vita https://www.amoremaleducato.it/wp-content/uploads/2015/10/Uomini-stronzi1-1.png 2015-10-28 13:41:48 yes no Inserito da Categorie: Blog

Come riconoscere uno stronzo e non farlo entrare nella tua vita

Inserito da Categorie: Blog
Come riconoscere uno stronzo e non farlo entrare nella tua vita

Il mondo è pieno di stronzi e chissà perchè, li attiri tutti tu.

Eh si, ti innamori sempre del più stronzo della compagnia.

Ci sono miliardi di uomini sul pianeta terra, ma TU, neanche lo scegliessi con il lanternino, riesci sempre a prendere il peggiore di tutti.

Proprio quello che ti farà soffrire.

Sembra quasi una maledizione, come se qualcuno ti avesse fatto un malocchio.

Li attiri come le mosche sulla…ehm (forse è meglio un altro esempio).

Li attiri come il canto delle sirene attirava Ulisse verso gli scogli e anche tu finisci sempre per naufragare e ripeterti quanto sei sfortunata.

Voglio diretelo subito: non si tratta di sfortuna.

E’ solo questione di saper riconoscere certi comportamenti e soprattutto aprire gli occhi e vedere le cose per quello che sono.

La responsabilità di chi ti metti accanto è solo tua

In questo articolo ti mostrerò come riconoscere uno stronzo a prima vista, così non avrai più scuse e smetterai di dire che gli uomini sono tutti uguali.

 

Quanti tipi di stronzo esistono

Nell’universo maschile esistono diversi tipi di stronzo.

Alcuni sono evidenti, altri sono molto più subdoli e forse sono anche i più pericolosi, altri ancora invece, riescono a mascherarsi dietro i loro occhialini intellettuali o i sorrisi simpatici, ma alla fine sempre stronzi sono.

Le schiere degli stronzi sono davvero folte e spesso anche molto variegate.

Per ogni categoria di stronzi, ne esistono diverse varianti, ma in questo articolo mi limiterò a descriverti le caratteristiche generali, in modo che tu possa avere subito un’idea del tipo di uomo che hai davanti.

Naturalmente ogni regola ha le sue eccezioni, ma se ti si accende la luce rossa e senti quel campanello d’allarme suonare, chiarisci subito le cose con lui e con te stessa, prima che sia troppo tardi.

Chiediti se davvero vuoi iniziare una relazione con una persona del genere e soprattutto non illuderti di poterlo cambiare

Nessuno può cambiare qualcuno che non vuole cambiare, nemmeno tu o l’amore.

Chiarita questa cosa, vediamo i 3 principali tipi di stronzo:

 

1. Lo stronzo acqua e sapone.

Questo è  sicuramente il più facile da riconoscere.

Ti basta guardarlo e ascoltare quello che dice per capire che è un gran bastardo e che ti farà SICURAMENTE soffrire.

Uomini stronzi

Lo hai incontrato al liceo o nella tua compagnia di amici, forse era il ragazzo della tua migliore amica, ma almeno una volta nella vita, tutti ne abbiamo conosciuto uno.

Lo stronzo acqua e sapone è il classico tipo che ti tratta con freddezza e indifferenza. Come se di te non gli importasse assolutamente nulla

Non fa e non farà mai niente per farti sentire speciale.

Non ti chiama e non ti scrive e a volte è come se tu non esistessi.

Quando dovete vedervi da soli o con amici, ti da appuntamento in qualche posto che non lo faccia “sbattere troppo” e spesso non ti riaccompagna nemmeno a casa.

Quei tipi che ti lasciano alle 2 di notte in metropolitana perché abiti troppo lontana da lui.

Insomma un vero signore.

Lo stronzo acqua e sapone però ha una grande qualità: si mostra sempre per quello che è realmente

Capisco che questa potresti non apprezzarla o non vederla come qualità, ma certamente lui è una persona coerente.

Quando lo conosci è già così. Non si mostra diverso e non fa nulla per nascondere questo suo modo di essere.

E’ stronzo, si comporta da stronzo e probabilmente continuerà a farlo.

Perché allora senti il bisogno di stare con lui?

Spesso sei attratta dal suo carattere forte e deciso.

Ti appare come una persona sicura di sé e poi, diciamocelo chiaramente: TU sai di poterlo cambiare

Questa è la più grande illusione che tu possa avere. Questa è la cazzata che ti racconti e che ti farà soffrire.

Poi darai la colpa a lui, ma la responsabilità è solo la tua.

Se vuoi qualcuno che ti faccia sentire adulata e al centro della sua esistenza non dovresti nemmeno pensare di poter avere una storia con uno stronzo acqua e sapone, anzi dovresti fuggire via solo a sentire nominare il suo nome.

Se si mostra per quello che è, significa che sta bene così.

Perché pensi di poterlo cambiare o che lui voglia farlo?

Probabilmente prima o poi potrebbe anche accadere, ma solo quando sarà lui a deciderlo.

Sei disposta a correre il rischio?

Se la risposta è SI, poi però, non venirti a lamentare.

 

2. Lo stronzo mimetico

Questo stronzo è un personaggio molto più pericoloso rispetto allo stronzo acqua e sapone.

A differenza del primo, lui per conquistarti, si mostra simpatico e affabile.

Ti riempie di attenzioni e messaggini, ti viene a prendere e ti accompagna a casa la sera.

Sempre gentile e carino: il classico bravo ragazzo

Durante questo periodo più o meno lungo di amicizia e simpatia reciproca ti illudi che sia la persona perfetta per te.

Non potevi trovare di meglio.

Quest’uomo piace a tutti e sembra quasi che non abbia un difetto nemmeno a cercarlo!

 Aspetta!! Nemmeno un difetto!? Forse è arrivato il momento di preoccuparti.

Stronzo mimeticoE’ impossibile o almeno alquanto improbabile che non ci sia qualcosa che non gli piace fare, qualche posto in cui non vuole andare o nel quale non abbia voglia di accompagnarti.

Non è possibile che non abbia mai nulla da ridire su di te o sui tuoi comportamenti.

Se è così perfetto, se è così desideroso di rendere felice una donna, come mai è ancora solo? Chi lascerebbe un tipo così?

Infatti, molto spesso lo stronzo mimetico è anche fidanzato.

Per conquistarti ed intenerirti ti dice che non è felice, che è combattuto, che vuole te, ma non ha il coraggio di lasciare la sua ex e cazzate del genere.

Troppo bello per essere vero ed infatti, lo stronzo mimetico, inizia a dare il meglio di se dopo i primi mesi dall’inizio della relazione.

Ormai ti ha conquistata e non ha più bisogno di essere gentile e carino.

Questo tipo di stronzo è davvero pericoloso, perché prima ti illude e poi con un soffio abbatte il castello di carte che aveva costruito.

 

Come fare per smascherare un stronzo mimetico?

Se vuoi capire come individuare questi subdoli individui, osservali quando si relazionano ad altre persone.

Non possono mica fingere con tutti? Con te hanno un obiettivo preciso, ma con gli altri no.

Una persona comprensiva, accomodante, paziente, lo è sempre e con tutti. Una persona attenta a non ferire i sentimenti degli altri, si comporterà così anche con amici e parenti.

Se davvero sono una persona che mantiene quello che promette, lo farò in ogni caso. Allo stesso modo se sono un bugiardo o un furbetto lo sarò sempre e comunque.

Credi davvero che con te sarà diverso?

Credi veramente che si comporterà in maniera diversa rispetto a quella a cui è abituato?

Non ti illudere, le persone difficilmente cambiano se non vogliono e non sarai certo tu a farlo cambiare.

Durante l’innamoramento si fanno cose che in situazioni normali non accadono, ma questa fase della relazione è sempre temporanea.

Anche l’innamoramento prima o poi finisce e gli stronzi alla fine, vengono sempre a galla.

 

3. Lo stronzo anticonformista (esistenzialista, filosofo)

Esiste una terza categoria di stronzi: gli anticonformisti.

Loro sono diversi dalla massa. Non fanno quello che piace agli altri, non escono il sabato perché c’è troppo casino e non seguono mai le mode.

Stronzo anticonforistaSpesso sono dei solitari, lo sguardo sempre un po’ triste e assente. Il loro stile può variare da “bel tenebroso” ad “intellettuale”.

Sono abituati a fare quello che piace a loro, senza curarsi delle esigenze o dei desideri degli altri.

Ti conquistano proprio perché non somigliano a nessuna delle persone che hai frequentato e il solo fatto che si siano accorti di te, ti fa sentire speciale.

L’inizio di una relazione con uno di questi personaggi è sempre fantastica

Posti mai visti, discorsi mai fatti, esperienze nuove che ti coinvolgono.

Tutte queste novità ti annebbiano la mente e non ti fanno vedere come sarà la realtà una volta passato il momento di euforia.

Quando la relazione diventa stabile, lo stronzo anticonformista rivela la sua vera natura: si fa solo quello che piace a lui!

Quello che vuoi tu non conta. Non gli interessa quello che piace a te o che desideri, lui pensa a se stesso.

E’ sempre stato abituato a fare così e continuerà a farlo.

Del resto, durante l’inizio della storia lo hai anche assecondato, abituandolo ad averla sempre vinta, quindi ora perché ti lamenti?

 

Come riconoscere lo stronzo anticonformista?

Per riconoscere un personaggio del genere devi fare attenzione ai diversi segnali che t’invia e fare qualche test:

  1. Testa la sua flessibilità: chiedigli di fare qualcosa che esca dai suoi schemi e vedi come si comporta.
    Se non ti viene incontro durante la prima fase della vostra relazione, stai tranquilla che quando l’innamoramento inizierà a scemare, non lo smuoveranno nemmeno le minacce o le torture.
  2. Osserva casa sua e le sue abitudini: sei stata da lui e hai visto che ha una sola tazzina, un cuscino e il minimo indispensabile per la propria sopravvivenza? Non si preoccupa assolutamente di te, non ti aspetta se ha fame e non si cura dei tuoi bisogni? Se questo non ti fa pensare al fatto che non voglia nessuno tra i piedi, allora vivi davvero nel mondo delle favole e meriti quello che ti accadrà.

Il problema è che spesso, presi come siamo dalla voglia di avere qualcuno con cui condividere la nostra vita, non diamo importanza ai segnali preoccupanti che ci invia l’altro e non vogliamo vedere certi atteggiamenti sui quali invece dovremmo riflettere seriamente.

 

L’amore è soggettivo

Il mondo sicuramente è pieno di stronzi, che vivono l’amore in maniera molto personale, ma del resto tutti abbiamo la nostra visione soggettiva dell’amore.

Alla fine, ognuno a modo suo, siamo tutti un po’ stronzi!

Quello che per te significa AMARE, per gli altri potrebbe non esserlo.

Se stai sempre a chiederti perché gli stronzi capitano tutti a te…
Se vivi sempre di luoghi comuni e pensi che gli uomini siano tutti uguali…
Se credi che con l’amore hai chiuso perché stanca di piangere…

Allora è arrivato il momento di comprendere che quello che per te significa AMARE, per gli altri potrebbe non avere lo stesso significato.

I tuoi pensieri condizionano le tue scelte e se attiri solo stronzi dovresti iniziare a farti qualche domanda.

Devi cambiare il tuo modo di pensare all’amore

Pensieri AmorePer aiutarti in questo cambiamento ho preparato un regalo per te.

Un Quaderno Amore Maleducato, che ti mostrerà un altro modo di pensare ed essere felice in amore

Per prendere la tua copia GRATUITA clicca sul link qui sotto



11 Pensieri che Cambieranno per Sempre il tuo Modo di Vivere l’Amore

E mi raccomando, attenta a non pestare altri stronzi!

Sempre con Amore
Ettore Amato

photo

Ettore Amato

Autore, speaker ed esperto di comunicazione relazionale. È il fondatore del blog AmoreMaleducato.it, l’unico blog in Italia che parla d’amore in maniera concreta, libero dai condizionamenti e dai falsi miti che ci impediscono di essere felici. Con Amore Maleducato™ inizia a mostrare alle persone che l’idea che abbiamo dell’amore, spesso non fa altro che farci soffrire. Si devono cambiare i pensieri se si vogliono ottenere risultati diversi. Ettore, attraverso incontri singoli e di gruppo, aumenta ogni giorno l’esercito degli Innamorati Maleducati, persone che hanno capito che essere felici in amore dipende principalmente da loro.
Continua a leggere

Commenti:19

  1. Angela

    Sono capitata qui per caso perché cercavo una “soluzione” a un mio problema. O forse cercavo più un’assoluzione.
    Ho un’amica che sta con uno stronzo. Sembra la classica “amica che in realtà sono io”, ma non è così: è proprio una mia amica che sta con un narcisista patologico. Lei è una persona stupenda, in gamba, bellissima, ambiziosa. Tiene molto al suo aspetto fisico, quindi è molto attiva e si cura tantissimo. Si è messa con questo individuo che la mortifica in tutti i modi, le dà la colpa per qualsiasi cosa succeda loro. Se per caso lei sta male e smette di allenarsi per qualche giorno, lui le fa notare che non è più in forma come lo era prima e che deve tornare ad essere attraente per lui. Ovviamente, lui non fa gli stessi sforzi per lei: è pigro, indolente e arrogante. Pensa, e lo ha detto molto spesso, che sia la donna a dover fare tutti gli sforzi, agli uomini dovuto tutto. Oltretutto, la mia amica sospetta che lui l’abbia tradita. Non condividono nemmeno gli stessi principi morali. Più volte, per ottenere sesso da lei, lui le ha fatto anche violenza psicologica.
    Non conto nemmeno più le volte in cui l’ho ascoltata piangere e incavolarsi per questa situazione. Le ho fatto notare tutte le dinamiche tossiche, le ho fatto notare le frasi che lei stessa diceva su di lui, che non erano per niente lusinghiere. Sembrava avesse capito che non era una persona adatta a lei. Se n’è andata di casa. Eppure, ho scoperto, lui è andato a stare da lei. L’ultima lamentela risale a due settimane fa, momento in cui lui le ha mancato ulteriormente di rispetto. Eppure, qualche giorno fa lei ha pubblicato sui social una dichiarazione d’amore rivolta a lui. A quel punto ho perso la pazienza e le ho detto che, la prossima volta che sente il bisogno di lamentarsi di lui, è meglio se va da qualcun altro. Lei non mi ha risposto, ma non lo fa mai quando le dico esplicitamente quello che penso di lui. Forse anche qui ho sbagliato, ma non sapevo più come muovermi e, ad un certo punto, ho preferito essere onesta.
    Mi sento in colpa perché di solito, in una dinamica “vittima-carnefice” dico sempre che la responsabilità è del carnefice, ma qui comincio a pensare che sia anche lei che se le cerchi e mi sono davvero stufata di sostenerla. Mi chiedo, però, se non ho fatto un passo falso togliendole l’unico supporto che aveva (lui ha fatto un bel lavoro, da bravo narcisista, le ha tolto tutte le amicizie di torno e lei non va d’accordo con la sua famiglia). Insomma, ho un sacco di confusione in testa e non so se sia giusto tirarmene fuori e lasciarla cuocere nel suo brodo.

    1. Ciao Angela,
      nelle relazioni vittime-carnefice ognuno dei due ha bisogno dell’altro. Il carnefice ha bisogno della vittima per mantenere quel ruolo, ma allo stesso tempo anche la vittimi, che in realtà non lo è per nulla, ha bisogno del carnefice per restare nel suo ruolo. La vittima però ha bisogno anche di un’altra figura: il salvatore. In questo caso tu!

      Come però nel caso vittima-carnefice anche nel rapporto vittima-salvatore ognuno ha bisogno dell’altro. Tu perché vuoi essere un salvatore? Perché ti arrabbi o ti senti delusa se la tua amica non fa quello che ti aspetti o che le consigli? Ognuno è libero di scegliere la rpopria vita e le proprie azioni e non sono certo i “buoni” consigli a cambiare la vita di chi non vuole cambiare.

      Tu non hai responsabilità sulla vita della tua amica. Tu puoi ascoltarla o smettere di farlo. Puoi darle consigli o smettere di farlo. Puoi fare qualunque cosa, ma alla fine la responsabilità di cambiare le cose è solo e soltatno tua. Se vuoi proprio darle un consiglio, dille di rivolgersi a un professionista che l’aiuti a superare la sua dipendenza e aumentare la bassa autostima.

      Una vera vittima è solo chi non può fare nulla per uscire dalla sua situazione. La tua amica invece può! Tu non hai la possibilità, nè le competenze necessarie per aiutarla. Puoi solo esserle amica.

      Sempre con Amore

  2. Arianna

    Bellissimo articolo! Verissimo!!!
    Sono sempre stata attenta alla prima ed ultima categoria, ma esco adesso da una relazione con un cosiddetto “stronzo mimetico” un pelo di anticonformista, che pensavo di poter accettare. Io ero la sua ragazza. Idem l’altra ragazza di cui non sapevo nulla. Quando verrà a chiedermi perdono la prossima volta (e so che lo farà, ho le mie fonti) so come definirlo! Dite che riesco a stampargli questo link in faccia con un ceffone? O mi affido all’intelligenza femminile per essere sicuro che venga evitato? Scherzo, la violenza non è mai un’opzione.
    Ma donne, stateci attente.
    In bocca al lupo a tutte!

  3. anna

    Salve a tutti, io sono sicura di avere a che fare con uno stronzo in questo periodo della mia vita. Però non l’ho individuato in nessuna delle categorie sopraindicate.
    La situazione è questa: lui mi usa solo per avere rapporti fisici sapendo che io non so resistergli e non tenta neanche minimamente di corteggiarmi, zero proprio. Addirittura l’ultima volta che siamo usciti mi ha detto “io tra 15 minuti devo andare in un locale per un concerto quindi ti accompagno all’uscita”
    Tra noi non c’è neanche dialogo praticamente, è al 99% una questione fisica.. Non so se sto dietro a lui solo perché ho paura di stare sola. Anche perché come persona non mi da la minima soddisfazione, però al contempo se un uomo mi corteggia troppo mi stufa subito, quindi non capisco se alla fine il problema sia io. Però ci sono dei momenti in cui lo penso tanto.
    (OK questo messaggio è una prova scritta dei mille ragionamenti e problemi che facciamo noi donne, però è davvero ciò che succede nella mia testa :D)
    Grazie dell’ attenzione
    Anna

    1. Ciao Anna,
      Ti sei risposta da sola… 😉
      La scelta è tua… Sei consapevole di cosa vuole da te e lui non cambierà.
      Sempre con Amore

  4. Sole

    Ho letto l’articolo e mi sono interessata quasi immediatamente, tanto che l’ho letto da cima a fondo. Volevo chiederti, in che categoria vanno classificati gli stronzi dolci ma contraddittori, che tornano multiple volte da te? Ho un’amica che mi racconta di questo ragazzo che le piace, ed apparentemente stanno facendo entrambi a tira e molla da circa due anni! Adesso invece lui le a dato un ultimatum della serie: “potremmo riprovarci, ma se mi rifiuterai questa volta non tornerò mai più”; e penso che già ricattarla così sia sbagliato. Vorrei aiutarla, ma prima dovrei capire come ragionano questi tipi di persone. Te ne sarei infinitamente grata se riuscissi a darmi una mano, grazie~

    1. Ciao Sole,
      sicuramente questa non è una relazione sana.
      Due anni di tira e molla non sono normali. Più che amore parlerei di un bisogno che entrambi devono colmare.
      Bisognerebbe capire perché lui si allontana e perché lei lo riprende sempre. E nelle pause cosa fanno entrambi? Hanno altre storie?
      Meglio chiudere definitivamente una relazione così.
      Sempre con Amore

  5. Squartatrice

    Ciao Ettore ho letto tutto l’articolo grazie di avermi illuminato …
    Ma non riesco a riconoscere un ragazzo amico di famiglia in una di queste categorie, insoma sembra un mix tra il mimetico e l’acqua e sapone. Non mi è mai capitato che un amico di famiglia ci provasse afre lo stronzo con me per giunta in chat … Ho incontrato tanti stronzi nelle chat e non mi sono mai trovata in questa situazione. Anzi prova spudoratamenrìte di volermi portare aletto solo che ha trovato me che non cedo.. Io sto passando un periodo di crisi con me stessa e il mio ragazzoe sso se ne accortoe se ne sta approffittando.. Dovrei essere sincera gli stronzi sono belli ma sis a non cambiano..

    1. Ciao Squartatrice,
      bellissimo nick 🙂
      Gli stronzi sentono quando c’è aria di crisi e sanno sfruttare ogni piccolo spiraglio.
      Sempre con Amore

  6. Annalisa

    Ciao Ettore, io ho avuto a che fare con uno stronzo anticonformista… la relazione con lui é stata davvero favolosa, quando stavamo insieme era attento a tutti i miei bisogni ma, come stesso tu hai scritto, si faceva solo quello che piaceva a lui! Se una cosa non gli andava bene, anche un evento per me importante dove volevo essere accompagnata, lui non veniva. O se veniva (sotto mimacce) metteva il muso e stava zitto tutto il tempo. Io me la prendevo ma lui diceva che se non gli andava di parlare non potevo obbligarlo..e allora dove finisce quel sottile limite che separa la libertà delle due persone e il vivere in coppia? Nel tuo blog parli spesso di dare libertà all’altro ma se lui si rifiuta di fare tutto ciò che non gli va, dovremmo semplicemente passarci sopra? Sta a noi vedere se ci sta bene accettarlo? Io vorrei ripensare la relazione con questo ragazzo ma ora siamo giovani..ho paura che poi nel tempo mi farà dann are..

    1. Lovely pensaci bene,
      potresti fare qualcosa per la quale ti pentirai per tutta la vita e non scherzo.
      E’ vero io affermo che in un rapporto ci vuole “libertà”, ma non in senso assoluto. Il rapporto di coppia si base sull’interdipendenza e mi sembra che nel tuo caso questa interdipendenza non ci sia.
      Il discorso è davvero ampio e pieno di sfaccettature per essere trattato qui, se vuoi puoi fare una consulenza anche via mail.
      A questo link >>> http://www.amoremlaeducato.it/consulenze trovi le modalità
      Se hai necessità di chiaramenti sulle consulenze, scrivi una mail a contatti@amoremaleducato.it
      Sempre con Amore
      Ettore

    2. Elisa

      Ciao ho letto a sorpresa il tuo commento e dico che hai proprio ragione. Quando ti innamori è difficile aprire gli occhi e dire che non vale la per per certi stronzi e sai che dico …io sono stata fortunata a mollare un vero e proprio stronzo prima che mi facesse togliere il fiato e svuotare il portafogli nelle sue prese da piovra. Ora volo nelle braccia di un uomo vero, quello che protegge e non pretende, quello che ti fa riposare il cuore anche nelle ore di tempesta e sai di avere la calma alla portata di mano!!!

      1. Elisa,
        sei la prova che se guardiamo le cose per quello che sono e non per quello che vorremmo fossero, ci accorgiamo che l’amore a volte è proprio davanti a noi.
        Basta solo imparare a riconoscerlo ed avere il coraggio di allungare la mano e afferrarlo.
        Sempre con Amore
        Ettore

  7. Hijada

    Ultimamente ho conosciuto una donna questa ha condiviso con me la sua esperienza con un narcisista patologico.
    Codesta categoria come la classifichi ?
    Mi interessa approfondire in quanto vorrei capire meglio come riconoscerlo grazie.

    1. Ciao Hijada,
      nella vita tutti dovremmo essere un po’ narcisisti. Dovremmo volerci più bene e amare la vita e prendere quello che ci offre. Dovremmo sempre cercare il meglio per noi, ma… Si, c’è un “ma”. Se questo amore verso noi stessi diventa esagerato allora il narcisismo diventa patologico.
      I narcisisti patologici pensano di essere migliori degli altri. Hanno sempre bisogno di un pubblico che li apprezzi e difficilmente sopportano le critiche. In genere distruggono chi hanno accanto, facendolo sentire un poco di buono, Questa aggressività serve a mascherare le loro insicurezze.
      Il discorso è lungo e se vuoi affrontare la questione puoi fare qualche consulenza privata, anche via mail.
      Se vuoi conoscere le modalità, scrivimi a
      contatti@amoremaleducato.it
      Sempre con Amore
      Ettore

  8. Carlos

    Ciao Ettore! Seguo il tuo blog da qualche settimana e ho già ascoltato tutto il podcast che ho riscontrato molto interessante!
    Hai espresso diversi concetti che condivido pienamente se si vuole vivere in modo..maleducato!
    Scherzi a parte grazie a questo recente articolo mi hai fatto comprendere che io faccio parte della terza categoria di stronzi (hahahahah) con qualche sfumatura.. in fondo ognuno di noi è unico no?
    Mentre leggevo mi rendevo conto che alcune caratteristiche sono insite nella mia personalità e ho voluto fare “outing” nel senso di ammettere a me stesso senza alcun timore quello che io sono.
    In fondo l’accettazione degli altri avviene prima attraverso l’accettazione di sè!
    Buonissima giornata love coach! 😉

    1. Ciao Carlos,
      imparare a comprendere come ci comportiamo in amore è il primo passo per essere felici.
      Come dici tu, per accettare gli altri bisogna prima imparare ad accettare noi stessi, i nostri pregi e quello che non ci piace.
      Spesso negli altri cerchiamo quei comportamenti o quelle caratteristiche che non vediamo in noi e questo a volte può avere conseguenze spiacevoli.
      Grazie per la tua testimonianza.:-)

  9. Elena

    Ebbene sì caro Ettore hai ragione anche questa volta !
    Qualche stronzo mimetico l’ho incontrato molto tempo fa, e ancora mi chiedo come abbia fatto a cascarci, ma in quel momento non avevo ancora raggiunto la consapevolezza di oggi, e mi illudevo che lo “stronzo” potesse cambiare. In ogni caso, a meno che non si abbia il paraocchi o si viva in una specie di limbo, non è difficile riconoscere tali soggetti, e aggiungo che vale anche per le STRONZE. Quando sento certi racconti di miei amici che corrono dietro a donne che non si meritano nulla, mi si muove una specie di istinto guerriero, ma poi alla fine siamo noi i responsabili della nostra felicità, proprio per questo una delle azioni più importanti da fare è mettere il “salva-stronzo” salvarci da queste persone il cui tasso di stronzite è direttamente proporzionale alla loro infelicità. Viva i bravi ragazzi, che anche se possono apparire scontati, sono poi quelli più veri da amare.
    Elena

    1. Ciao Elena,
      alla fine forse siamo tutti un po’ stronzi in amore, almeno fino a quando non diventiamo consapevoli che essere felici dipende da noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.